Back to Top
 

LARP

Un’esperienza completa

Da diverso tempo non si sente più parlare di GrV ma di LARP (Live Action Role-Playing). FUOCO NERO fa parte di questa categoria, così come molti altri Giochi di Ruolo dal Vivo che noi Secondi Figli abbiamo ideato e rappresentato in questi ultimi anni.

Il sistema LARP consente al giocatore di vivere un’esperienza a 360 gradi all’interno di un intreccio narrativo di cui è protagonista e creatore. Le sue azioni condizionano la trama di gioco, l’interpretazione dei personaggi è resa più vera dai costumi indossati e dal contatto diretto con gli altri partecipanti.

m

Immersione

Ciò che caratterizza i nostri LARP e la capacità di far immergere completamente i giocatori nel tessuto della trama tramite un'attenta cura dei dettagli scenografici e la stesura di intrecci e quest costruite attorno al giocatore.

m

Location

Per i nostri LARP studiamo attentamente le location dove ambientare e raccontare le nostre storie. Grazie a diverse collaborazioni con gli enti locali, abbiamo avuto a disposizione interi castelli, parchi e bellissime ville storiche.

Fuoco Nero

Fuoco Nero, il primo LARP italiano ispirato all’universo letterario fantasy-medievale di George R.R. Martin.
Il gioco è ambientato circa cento anni prima rispetto agli eventi narrati nei romanzi, dopo la fine della disastrosa Ribellione dei Blackfyre, una guerra civile che ha portato morte e distruzione in buona parte dei Sette Regni, i cui fuochi ancora faticano a spegnersi del tutto.
In questo modo non solo non è necessario aver letto i libri per giocare, ma viene data la possibilità ai giocatori di riscrivere la storia stessa attraverso le loro azioni!
Scoprilo Wiki

Vampiri – Il Risveglio

Vampiri, il LARP che infesta le notti Pisane. Predatori che si aggirano nella notte in una città viva e pulsante, plasmata e reattiva alle azioni dei giocatori.

 

Un’ambientazione ispirata al “mondo di tenebra” e all’opera Vampire:the Masquerade,segnata da intrighi, tradimenti e un intreccio oscuro che si stende su tutta la città…
Scoprilo

"E' passato un anno ormai. Ricordo ancora quando vidi i cavalieri emergere dalla nebbia. Ricordo i draghi sui vessilli: le loro ali sembravano muoversi nel vento che filtrava attraverso la stoffa ricamata, il respiro caldo dei poderosi stalloni che condensava nel gelo della mattina sembrava il loro. E quando i due eserciti si scontrarono, le grida degli uomini, il cozzare degli scudi, il suono dell’acciaio che spezzava vite risuonarono nel cielo come il ruggito dei due Draghi, in un ultimo, terribile scontro. Così perì Daemon Blackfyre. Così la più spaventosa guerra civile che i Regni avessero mai conosciuto ebbe fine.

Dall’alto del Trono di Spade, la dinastia dei Targaryen contempla la distruzione che le fiamme della guerra hanno portato: un mondo in cenere che va ricostruito. Nelle Terre dei Fiumi affluiscono così nobili in cerca di gloria, soldati privi di una causa, furfanti senza dei, dame devote, eroi per caso e assassini senza scrupoli. I loro segreti, i loro amori, le loro follie, le loro lotte.

Questo è il Gioco del Trono. Questa è la ballata del Fuoco Nero."

Che cosa siamo noi? Un semplice residuo maledetto di un’umanità violentata e strappata via? No, noi siamo molto di più. Hai guardato nel profondo della tua maledizione, vero? E cosa hai visto? Tenebre.

Le stesse tenebre che ti hanno accolto quando sei sorto dalle ceneri di un mondo spazzato via. A volte hai cercato di ricordarlo, ma non l’hai mai desiderato veramente. E sai perché? Perché quel mondo non è mai esistito! Un mondo inondato dallo sfavillante fulgore della luce più intensa. Ricorda! Ci avevano detto che la luce ci avrebbe protetto per sempre, che avrebbe tenuto lontani i mostri e le cose brutte, ma è stata la luce a bruciarci fino alle ossa.

È la luce che può trasformarci tutti quanti in cenere. Si, la luce ci avrebbe difeso, avrebbe tenuto lontano i mostri; sarebbe semplicemente bastato rimanere in essa e saremmo stati al sicuro. E così, quando la luce ci ha tradito, ci siamo nascosti nelle tenebre e siamo diventati noi quei mostri.

Siamo diventati vampiri.

Ed è giunto il momento del nostro risveglio.