Back to Top

Opening the Past 2015

Quando è nata l’Associazione Culturale Secondi Figli, nessuno avrebbe mai pensato che un giorno avremmo partecipato ad un convegno e parlato della nostra attività, e invece…

-Gen.li autore,
ti confermo l’accettazione del tuo contributo per il prossimo “Opening the Past 2015 – Game over”.-

secondi-figli opening-the-past

Che cosa è “Opening the Past 2015-Game over”?

Opening the Past è un convegno annuale (già alla quarta edizione), organizzato dal Laboratorio Mappa (Metodologie digitali Applicate all’Archeologia) dell’ Università di Pisa, quest’anno intitolato “Game over- ideas for sustainable archaeology”.

Si, avete letto “archaeology” e siamo sicuri che vi chiederete: “ ma non si occupavano di giochi di ruolo, cosa centrano con l’archeologia?”.

L’attenzione per la valorizzazione del territorio e dei beni culturali è da sempre una delle prerogative della nostra associazione che, oltre a promuovere il gioco intelligente, cerca sempre location con un importante valore storico-artistico da presentare al proprio pubblico e giocatori.

Con il nostro contributo dal titolo: “Giochi di ruolo e storia del territorio: nuovi modi per finanziare la tutela e la fruizione dei beni culturali”, cercheremo di spiegare come rendiamo i luoghi della cultura (quali musei, palazzi storici e parchi archeologici) parte integrante della nostre attività e di come sia importante pianificare attentamente gli eventi per garantire un adeguato ritorno di immagine ed economico alla struttura che ci ospita.

Infine, cercheremo di dimostrare come il gioco, in particolare il gioco di ruolo, può essere un modo diverso di valorizzare un bene culturale, come del resto hanno già fatto al Palazzo Strozzi di Firenze con il gioco “Il mistero della statua scomparsa” (per info: http://www.palazzostrozzi.org/education/il-mistero-della-statua-scomparsa/)

Non vogliamo aggiungere altro, vi aspettiamo venerdì 26 e sabato 27 giugno (il nostro intervento sarà il giorno 27) presso il Polo Carmignani.

Programma del convengo (http://www.mappaproject.org/?page_id=3120)